C’era una volta un professionista che aiutava i propri clienti a ri-creare una condizione base di salute (attraverso il suo lavoro di Chinesiologo e Personal Trainer), ma questo non gli bastava!!

C’era una volta una persona che cresceva dall’esperienza del proprio lavoro, ma questo non gli bastava!

Da solo otteneva buoni risultati, ma ancora non gli bastava!

Si, come sempre vi sto raccontando della mia vita…della mia esperienza.

Negli anni ho ampliato la mia formazione, sono cresciuto come professionista e come persona..ma il vero salto è stato nel 2008. Quattro anni fa è accaduto qualcosa, ho trasformato in realtà un sogno, un progetto.. ho dato vita ad Alchemia… il luogo dove, oggi, 12 professionisti lavorano in Team con un unico obiettivo: aiutare le persone a creare il proprio “star bene”!

Oggi sono un professionista con multiple specializzazioni e più ambiti lavorativi, ho un socio e nuovi collaboratori… ho la possibilità di crescere dalle mie esperienze ed in Alchemia, attraverso il confronto con ogni persona del Team ho la possibilità di arricchirmi attraverso le esperienze di tutti. Così come ogni persona del Team ha questa fantastica opportunità.

Lunedì abbiamo fatto un incontro di Team… un incontro fatto di confronto, condivisione, dialogo, stimolo, idee, pianificazione… ed anche fatto di valori, obiettivi e di “star bene”. Nella serata abbiamo riflettuto su come può essere complicato creare un Team di lavoro che non si vede tutti i giorni, che non è nella stessa stanza, allo stesso tavolo per lavorare su un progetto, sulla creazione di un prodotto, su uno studio specifico. Ogni professionista di Alchemia svolge il suo compito, il sul lavoro diretto con il cliente in modo autonomo, ed allo stesso tempo sa di avere a disposizione la professionalità di altre persone da poter mettere a disposizione del cliente, della persona! Ogni singola persona ha il suo “scopo” e si muove con energia e passione per lo “scopo” comune in Alchemia.

Richiede disponibilità e flessibilità ed è impegnativo, ma ognuno di noi conosce il potere del Team, ben espresso nel seguente acronimo Togheter Everyone Archieves More, ossia “tutti insieme si ottiene di più”, od anche “insieme ognuno ottiene di più”. La forza di un team è in generale superiore alla somma delle forze dei singoli individui che lo compongono e chi lo vive lo sà, e nel nostro caso anche il cliente, attraverso i suoi feedback, lo conferma.

Ho ripreso in mano del materiale in cui si parla di Team e qui vi condivido un altro acronimo che riporta quattro dei requisiti per creare un team di lavoro efficace, tratti dal testo La montagna: una scuola di management (ed. FrancoAngeli), nell’intenzione che ognuno di voi che sia alla guida di un team o ne faccia parte ne possa trarre spunto…

Trasparenza: potersi fidare ciecamente l’uno dell’altro. Giocare a carte scoperte. Confrontare apertamente le proprie idee con quelle degli altri senza inganni, trucchi, complotti, falsità e secondi fini. Non parlare alle spalle delle persone, dirsi le cose in faccia. Esprimere sistematicamente ciò che si pensa, anche il dissenso, a condizione che lo si faccia in termini costruttivi. Separare i problemi dalle persone: duri con i problemi, morbidi con le persone. La mancanza di fiducia e la diffidenza rischia di autoalimentarsi innescando un circolo vizioso in cui tutte le azioni dei colleghi vengono interpretate come minacce.

Eccellenza: una continua tensione da parte di tutti verso il miglioramento continuo a livello personale e di team. Piena consapevolezza che non esistono limiti alla continua ricerca dell’eccellenza. Ognuno sia a livello individuale che a livello di gruppo è artefice del proprio destino.

Amicizia: lavorare in un ambiente piacevole e stimolante in cui anche i rapporti interpersonali tra le persone si consolidano e si rafforzano nel corso del tempo. Recarsi al lavoro con il sorriso sulle labbra. Avere lo stesso sorriso sia che si tratti di effettuare una gita di sci alpinismo con un amico o di partecipare ad una riunione insieme ai colleghi di lavoro. Non soffrire del malessere da lunedì mattina o tragedia di fine vacanza o week end lungo in montagna. Divertirsi in tutto quello che si fa, sia che si tratti di lavorare o di scalare montagne.

Motivazione: energia allo stato puro presente in ogni componente del gruppo che si attiva costantemente verso il raggiungimento degli obiettivi comuni condivisi. Troppe volte le persone lavorano con il freno a mano tirato per mancanza di motivazione. Non fermarsi di fronte alle difficoltà ma viverle come una sfida da affrontare e superare con successo.*

*[La montagna: una scuola di management, ed. FrancoAngeli]

 

Ti auguro di scegliere e di avere supporto dal Tuo Team nella vita e nel lavoro.

con stima

Alessandro

Condividi!

    Leave a Reply

    *