Una mia collega ed amica oggi indossava una gonna larga e lunga… nell’osservare lei, nell’osservare quell’immagine, è come se fosse stato pigiato un tasto nel mio cervello ed è partito un ricordo… un racconto di mio nonno paterno… un racconto difficile ed anche gioioso… Seconda guerra mondiale, lui vive nel veneto e balbetta un pò.. pensano che voglia disertare.. gli fanno l’elettroshock per vedere se mente.. e decidono comunque di portarlo in un campo di concentramento all’estero. Lo caricano su di un treno per deportarlo.., un treno dove ci sono anche dei semplici viaggiatori.. il suo è un viaggio verso la fine della libertà..!! ..ad un certo punto una signora dell’alta società, che indossa un grande gonnellone, gli fà segno di nascondervici sotto.. è un momento di scelta.. e mio nonno nel turbine dei pensieri e delle emozioni, nonostante la paura, sceglie di seguire le indicazioni di quella donna.. si nasconde sotto la grande gonna.. dopo poco lei inizia a muoversi ed insieme scendono dal treno.. lei entra in una tabaccheria e da lì.. inizia la fuga dal retro del negozio.. la libertà e forse la vita sono salve. Ho pensato al coraggio che quella Donna ha avuto per salvare un Uomo che non conosceva.. al coraggio che ha avuto nel salvare Se Stessa.. nel salvaguardare la sua onestà ed integrità, non permettendo di assistere passiva a ciò che stava accadendo in quell’epoca.. il coraggio, il coraggio di una donna, il coraggio di una persona, il coraggio che segue i propri valori, il coraggio che segue i propri sogni, il coraggio di essere felici. Non aspettare che la vita ti metta di fronte a dure prove per scoprire il coraggio che è gia dentro di te, approfitta ogni giorno per scegliere con coraggio di prenderti la responsabilità della tua vita e muoverti con coraggio per viverla.

Grazie nonno per i tuoi insegnamenti.

Grazie a Te che “vivi” la Tua vita. 

Condividi!

    Join the discussion 2 Comments

    Leave a Reply

    *