CoachingRiflessioni

Buoni Propositi..no grazie !! Risultati..si grazie !!

Siamo quasi a metà Marzo.. l’anno nuovo è ormai iniziato, abbiamo festeggiato, abbiamo fatto una valutazione dell’anno passato e molti di noi hanno creato buoni propositi per questo nuovo anno.. eee.. se te ne sei già dimenticato, chiediti come mai..?! o eri troppo ubriaco a capodanno.. o sei scivolato sul ghiaccio e battendo la testa hai perso la memoria.. o sei pigro.. o non ci credi abbastanza…… 🙂 ..sorrido e scherzo con me e con ognuno di voi perchè non è necessario diventare seri, ciò che conta è diventare consapevoli e creare la vita che desideriamo!! E questo è il mio sincero augurio ad ognuno di voi per il proprio anno!!

I primi giorni dell’anno alcuni giornali e radio hanno riportano i risultati di una ricerca: più del 60% degli italiani ha fatto gli stessi buon propositi dello scorso anno; ed ancora la stessa ricerca dice che solitamente lo stesso proposito viene ripetuto 5/6 volte prima di diventare un risultato o essere abbandonato.

Perchè così tanto tempo?
Forse perchè ci dimentichiamo dei nostri buoni propositi troppo velocemente e poi viviamo il resto dell’anno come l’anno precedente.. forse in fondo siamo pigri o troppo preoccupati nel muoverci.. forse non ci si è mai fermati a riflettere veramente e scegliere consapevolemente ciò che si desidera..

Cosa possiamo fare?
Se sei interessato a creare la vita che desideri e realizzare i tuoi sogni, i tuoi obiettivi, vale la pena che continui a leggere, sapendo che sarai tu ad impegnarti e a prenderti la responsabilità.

il primo passo è proprio quello di dedicarsi un momento..
un momento in cui riflettere su dove si è.. su com’è la propria vita oggi.. e anziché pensare, come sempre, ai buoni propositi iniziare a pensare in termini di obiettivi desiderati e da raggiungere.
il secondo passo è definire i propri obiettivi per l’anno e metterli nero su bianco; scrivere i propri obiettivi è un po’ come imprimerli nella nostra mente.. è creare la direzione verso cui vuoi andare; alcuni studi hanno dimostrato che solo il 3% della popolazione si ferma a scrivere i propri obiettivi ed è proprio quel 3% a realizzarli.
il terzo passo è scriverli bene; ti condivido una pratica guida che ho scritto partendo dalle regole per una “buona formazione dell’obiettivo” secondo Robert Dilts, ricercatore, autore e trainer in Programmazione Neurolinguistica.

  1. L’obiettivo deve essere scritto in termini positivi (..espresso in prima persona evitando i termini di negazione).
  2. L’obiettivo deve essere specifico, osservabile, e verificabile (..deve riguardare un aspetto specifico, deve contenere un parametro misurabile per verificarne il raggiungimento).
  3. L’obiettivo deve essere sotto la propria responsabilità e coerente con i propri valori (..riguarda te stesso e ne sei responsabile).
  4. L’obiettivo deve essere ecologico (..non deve danneggiare altre persone o altri aspetti della tua vita).
  5. L’obiettivio deve avere una locazione temporale (..deve avere una data di scadenza, stabilisci entro quando lo vuoi raggiungere).
  6. L’obiettivo deve essere attraente e motivante (..penso che questo punto ti sia chiaro!).

Formulare i propri obiettivi seguendo queste semplici regole ti facilità il raggiungimento degli stessi, ma non basta..

Il segreto delle persone di successo, cioè delle persone che fanno succedere nella loro vita le cose che desiderano, stà nell’automotivarsi a fare ciò che necessario ed utile indipendentemente dalla voglia del momento.. ciò che li contraddistingue è la volontà di raggiungere i propri obiettivi!!

Nel mio lavoro di coach e formatore ho visto tante persone trasformare i propri obiettivi in Risultati, ed ognuna di loro metteva in gioco Impegno e Disciplina. Fai la stessa cosa e creerai un anno straordinario.

Condividi!

    Join the discussion One Comment

    Leave a Reply

    *