321691_582289461792424_762862075_nEccoci!! Battesimo dei 42 Km fatto!! 

C’è sempre una prima volta ed io sabato ho corso i primi 42 km di corsa della mia vita ad Ivrea, la mia città natale, bagnati da un po’ di pioggia…che porta sempre bene!!

Ho corso in solitaria su un circuito di 7 km ed è stata una bellissima esperienza!!

Da gennaio ad oggi con impegno mi sono allenato, diversi chilometri ho percorso ed i primi 42 Km sono stati un’importante momento di prova e soddisfazione. Ora posso dire che correre è un gran viaggio!! Un viaggio con le proprie gambe, con il cuore, con l’ambiente… e con tante ore di pensieri, sensazioni ed emozioni. 

Durante i 42 Km ho viaggiato molto con la testa, con il cuore e con le gambe. Tante sono state le cose in quelle quattro ore abbondanti e desidero riviverle insieme a Te con qualche passaggio:

“inizio a correre e sento le gambe ben presenti, leggere e fluide…  ascolto il fiato ed il battito del cuore…  ripenso al mio personale motivo per cui mi viene semplice impegnarmi in Wellness Running…  primo giro, 7 Km, e mi sento molto bene”

“piove forte, il mio viso è completamente ricoperto d’acqua… un po’ come se fossi sotto la doccia e me lo godo!! Attorno a me la campagna e davanti la vista del castello di Pavone, per un momento mi sento in un’altra epoca… sono stupito da come gambe e fiato mi accompagnino in maniera dolce e sicura”

“osservo rapido le persone che fanno la spesa al mercato… quanti giri ho fatto?!  Spesso ho ripensato al messaggio ricevuto dall’amico Fabrizio poco prima di iniziare a correre “Un passo dopo l’altro…”, già!”

“sento la presenza dei sentimenti delle persone amate ed il pensare a loro mi dona energia… ogni 20′ mi disseto dalla borraccia… dopo due ore abbondanti mangio un pezzo di patata lessa”

“in un tratto del percorso l’abbaiare dei cani mi ha accompagnato ad ogni giro come fosse il sostegno di appassionati tifosi…  per qualche minuto esce il sole ed il caldo improvviso mi soffoca e mi fa gioire, che strano mix di sensazioni!”

“mi vengono in mente alcuni emozionanti passaggi del libro “12 ore” dell’amico ed allenatore Andrea Accorsi in cui racconta parte della sua vita attraverso il viaggio di una gara da 12 ore”

“scambio di saluti con un’anziana signora in bicicletta…  il viso stupito del benzinaio che mi vede passare per l’ennesima volta… al km 33 le gambe si fanno dure, il pensiero di fermarmi è dominante, un bellissimo gatto nero mi passa al fianco… il pensiero ad una persona speciale e via che si continua…”

“Km 37 !! …ecco sopraggiungere un fastidioso mal di pancia… corro, cammino, corro, cammino… litigo un po’ con me stesso, con la pancia e con una caviglia dolente…  cammino, corro, cammino, corro…”

“…ed eccoci al primo traguardo: 42 Km!!”

“respiro l’aria bagnata dalla pioggia e… mentre lentamente cammino telefono a Giulia, la mia compagna di vita… uno dei miei amori, per dirle che il primo importante passo è fatto e chiederle di Elia ed Elisabetta… i miei figli per cui mi impegno a dare il meglio di me e realizzare i miei sogni!!”

Poche veloci frasi per trasmetterti un po’ del mio viaggio in questi primi 42 Km… spero di esserci riuscito!

🙂 A Te un grande grazie per la tua presenza!!!

 

foto: alcuni atleti corrono la maratona nei primi Giochi olimpici di Atene 1896

Condividi!

    Leave a Reply

    *